Didattica

L’attività didattica è svolta presso la Facoltà di Architettura della Sapienza Università di Roma, in qualità di titolare degli insegnamenti di Elementi di restauro architettonico (8 CFU) del CdLM in Architettura UE e di Teoria e tecnica per il restauro (6 CFU) del Corso di Laurea magistrale (LM4) in Architettura (Restauro) UE (a.a. 2014-15). In precedenza è stato titolare del Laboratorio di restauro (10 crediti) del CdLM in Architettura UE (a.a. 2013-14) e del corso di Caratteri costruttivi degli edifici storici e problemi di restauro (6 crediti) del medesimo Corso di Laurea (a.a. 2011-13); ha tenuto, inoltre, l’insegnamento di Elementi di Restauro architettonico (4 crediti) del CdLM in Architettura UE (a.a. 2006-08; a.a. 2010-11) e di Materiali e tecniche per il restauro (8 crediti) del Corso di Laurea specialistica in Architettura (Restauro) UE (a.a. 2009-10).
Svolge dal 2006 attività di assistenza e orientamento per gli studenti e i laureandi del corso di Laboratorio di Restauro Architettonico tenuto dal prof. S. A. Curuni e ha svolto la medesima attività in relazione al corso di Restauro e Archeologia tenuto dal prof. A. Varone (2007-08) e dal prof. S. A. Curuni (dal 2009-11).

Programma del corso di Elementi di Restauro IT
Programma del corso di Elementi di Restauro EN

Fa parte del collegio dei docenti dei Corsi di Dottorato di ricerca in “Storia e Restauro dell’Architettura” e in “Riqualificazione e Recupero Insediativo” della Sapienza.
Ha diretto e svolto ricerche orientate all’approfondimento di aspetti scientifici e teoretici del restauro, in particolare nell’ambito del rilievo, della diagnostica, delle modalità esecutive e dei criteri per gli interventi conservativi.

È relatore e correlatore di tesi di laurea progettuali in Restauro Architettonico per il Corso di Laurea magistrale in Architettura UE, per il Corso di Laurea biennale in Architettura (Restauro) UE e per il Corso triennale in Scienze dell’Architettura e della Città UE. È, inoltre, supervisore e co-supervisore di tesi di dottorato di ricerca in Riqualificazione e Recupero Insediativo presso la Scuola di Dottorato in Scienze dell’Architettura della Sapienza Università di Roma, nonché relatore di tesi di specializzazione in Restauro dei Monumenti svolte presso la Scuola di Specializzazione Beni Architettonici e del Paesaggio del medesimo ateneo.
Precedentemente il prof. Nicola Santopuoli ha svolto la propria attività didattica sempre nel Restauro dei monumenti (settore scientifico disciplinare ICAR 19) ricoprendo docenze a contratto con comunicazioni e conferenze all’interno di cicli di seminari e corsi di aggiornamento e di formazione; accanto allo svolgimento di lezioni, esercitazioni ed esami, si è interessato all’organizzazione di stage e tirocini didattici per gli studenti in Italia e all’estero).

In particolare:

1991-93, Firenze: offre assistenza e supporto didattico al corso di Disegno e Rilievo dell’Architettura tenuto dal prof. M. Bini presso l’Università degli studi di Firenze, conducendo seminari di ricerca, tenendo lezioni riguardanti il rilievo e la lettura diretta dell’edificio storico, lo studio dei centri storici e prendendo parte alle relative commissioni d’esame.

1992-93, Milano: offre assistenza e supporto didattico al corso di Arredamento e Architettura degli Interni tenuto dal prof. G. D. Salotti e dal prof. L. Cremonini presso il Politecnico di Architettura di Milano, conducendo un seminario di ricerca sulla riqualificazione dei Navigli Milanesi, tenendo lezioni sul rilievo e sulla lettura dell’edificio storico e prendendo parte alle relative commissioni d’esame.

1996-2000, Ravenna: docente a contratto per il modulo di Rilievo critico per il restauro a supporto dell’insegnamento di “Teoria e Tecniche del Restauro dei Manufatti” tenuto dalla prof.ssa A. M. Iannucci nel CdL in Conservazione dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Bologna, sede di Ravenna.

1997-2008, Ravenna: docente di Rilievo e documentazione per il restauro presso la Scuola per il Restauro del Mosaico della Soprintendenza per i Beni Architettonici e del Paesaggio di Ravenna, Ferrara, Forlì, Cesena e Rimini – sezione distaccata della Scuola di Restauro dell’Opificio delle Pietre Dure Di Firenze.

1999-2005, Ferrara: docente a contratto di Degrado e diagnostica dei materiali nell’edilizia storica (60 ore/anno nel 1999; 120 ore/anno nel 2000-05) presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara.

1999-2005, Pompei: organizza e dirige, in accordo con la Soprintendenza Archeologica di Pompei, stage nel sito archeologico di Pompei con gli studenti della Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara. Nell’occasione ha curato lo svolgimento di esercitazioni pratiche di studio e di rilievo all’interno dell’Insula del Centenario, della Casa dei Casti Amanti, della Casa di Giulia Felice, della Casa del Maiale e lungo i fronti delle botteghe di via dell’Abbondanza.

1999-2000, Siria: nel periodo settembre-ottobre organizza e dirige, in accordo con la Direzione Generale alle Antichità della Siria, l’Università di Venezia (prof. S. Gelichi), l’Università di Pisa (prof. C. Arias e prof.ssa S. Mazzoni), uno stage nel sito archeologico di Harim con studenti della Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara, laureati della Facoltà di Architettura di Aleppo, architetti della Direzione Generale alle Antichità della Siria e diplomati della Scuola del Restauro del Mosaico di Ravenna. Il gruppo ha lavorato in stretta interazione con la spedizione archeologica diretta dal prof. S. Gelichi e si è occupato del rilievo, dello studio e del restauro del castello di Harim situato sulla sommità di un tell nella vallata dell’Oronte vicino al confine turco. I risultati della campagna di rilievo sono stati esposti in una mostra promossa dall’ambasciata italiana di Damasco e organizzata dalla Missione Archeologica Italiana presso l’Università di Damasco.

2000-05, Damasco-Ferrara-Pisa: definizione e progetto di un Master Italia–Siria, Master on Sciences of Conservation con la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara, l’Università di Damasco (Siria) e l’Università degli Studi di Pisa.

2001, Modena: nel periodo 16-20 luglio organizza e dirige in accordo con il prof. S. Gelichi dell’Università degli Studi dii Venezia uno stage con gli studenti della Facoltà dell’Università degli Studi di Ferrara, nel complesso castellano di Formigine. Nell’occasione gli studenti hanno svolto esercitazioni pratiche riguardanti il rilievo archeologico finalizzato al restauro.

2001-02, Damasco (Siria): incaricato di svolgere il modulo di Rilievo critico e restauro dei siti archeologici all’interno del corso di “Metodi di scavo, classificazione e documentazione dei materiali” organizzato dal prof. C. Arias e dalla prof.ssa S. Mazzoni della Scuola di Specializzazione in Archeologia e del Corso di Laurea in Conservazione dell’Università degli Studi di Pisa, in collaborazione con l’Università di Damasco.

2002-04, Padova: docente a contratto di Rilievo critico: metodi, strumenti ed esemplificazioni per la definizione del progetto conservativo (30 ore/anno) all’interno del Master in Restauro strutturale dei monumenti e dell’edilizia storica, diretto dal prof. C. Modena del Dipartimento di Costruzioni e Trasporti dell’Università degli Studi di Padova.

2002-06, Firenze: docente a contratto di Degrado e diagnostica dei materiali nell’edilizia storica (30 ore/anno) all’interno del modulo professionalizzante di Tecnico rilevatore per la documentazione dei beni architettonici ed ambientali, diretto dal prof. M. Bini del Dipartimento di Progettazione dell’Architettura dell’Università degli Studi di Firenze e organizzato in collaborazione con la Regione Toscana.

2002-04, Ferrara: responsabile del corso di Degradacao e Diagnostico das Materias na Edificao Historica organizzato dalla Pontificia Universidade Católica da Paraná di Curitiba (Brasile) e dalla Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara per il programma di Pós-graduação in conservazione e restauro.

2002-05, Ferrara: docente a contratto di Degrado e diagnostica dei materiali nell’edilizia storica (30 ore/anno) all’interno del corso di “Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali” presso la Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell’Università degli Studi di Ferrara.

2002-05, Napoli: docente a contratto di Il rilievo critico e l’apporto diagnostico: metodi, strumenti ed esemplificazioni per la definizione del progetto di restauro all’interno del corso di formazione professionale per il “Recupero, la valorizzazione e la comunicazione telematica del patrimonio monumentale lapideo di Napoli e Provincia” presso il Dipartimento Scienza delle Costruzioni della Facoltà di Ingegneria dell’Università Federico II di Napoli.

2004, Pompei ed Ercolano: nel mese di luglio organizza e dirige, in accordo con la Soprintendenza Archeologica di Pompei, uno stage nei siti arhceologici con gli studenti della Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara e della Facoltà di Architettura “Valle Giulia” della Sapienza Università di Roma.

2004, Damasco (Siria): nel periodo 5-16 dicembre è incaricato di svolgere un modulo dal titolo Il mosaico pavimentale: cenni storici, studi e indagini, aspetti storico critici e teorici del restauro all’interno del corso “Archaeological materials – Archaeometry and Humane Studies” organizzato dal prof. C. Arias e dalla prof.ssa S. Mazzoni della Scuola di Specializzazione in Archeologia e del Corso di Laurea in Conservazione dell’Università degli Studid di Pisa e dal Dipartimento di Archeologia dell’Università di Damasco.

2005, Ferrara: progetta e organizza il seminario di formazione per la Catalogazione dei materiali lapidei del cimitero ebraico di Ferrara che si svolge nelle giornate di 17 giugno e di 8 luglio (Fondazione Museo Ebraico di Bologna, Comunità Ebraica di Ferrara, Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara).

2007-08, Roma, Urbino, Tirana: docente di Materiali e tecniche di intervento nel restauro dei beni architettonici all’interno del Master di I Livello in Operatore per la conservazione dei beni culturali. Strumenti e metodi per la conservazione e valorizzazione dei beni culturali, organizzato dall’Università degli Studi di Urbino con la Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio, Sapienza Università di Roma, Uniadrion, Croatian University of Mostar, Bosnia ed Herzegovina e la Faculty of Civil Engineering University of Tirana, Albania.

2009-10, Roma, docente di Restauro del patrimonio esistenze per uno sviluppo sostenibile all’interno del corso di formazione “IPER – Idee per la promozione delle Energie Rinnovabili nel settore delle energie rinnovabili e dell’efficientamento energetico”, organizzato dal Centro Interdipartimentale CITERA della Sapienza Università di Roma e Provincia di Roma.

2010-14, Roma: docente di Gestione del patrimonio storico edilizio all’interno del Master in gestione integrata dei patrimoni immobiliari MGS. Asset, property & facility management organizzato dal Centro Interdipartimentale CITERA della Sapienza Università di Roma e Provincia di Roma.

2011-14, Urbino: docente di Degrado delle superfici e dei materiali (2011-13) e Conservazione dei materiali. Architettura e beni storico-artistici (2013-14) nell’ambito del Master in Strumenti e metodi per la Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali organizzato dall’Università di Urbino Carlo Bo.